Daniela Tomerini è nata in provincia di Sondrio nel 1955. Dopo aver conseguito la maturità classica si è laureata in architettura al Politecnico di Milano. Si è a lungo occupata di urbanistica e di beni ambientali. Ha lavorato a Milano come funzionario della Regione Lombardia. Ha viaggiato molto in Europa e in paesi extraeuropei. Dipinge e disegna, spesso liberamente ispirandosi alle suggestioni dell’arte giapponese e ai maestri occidentali dell’Action painting che di esse si sono nutriti. Il formato delle sue opere varia dalle grandi alle piccolissime dimensioni. Si interessa da anni al riciclo e riuso dei materiali anche nell’arte, fa parte degli artisti di “SCART - Il lato bello e utile del rifiuto”. Ha esposto sue opere in mostre collettive e personali. Suoi quadri sono stati utilizzati come copertine e illustrazioni di libri di vari editori (Archinto, Diabasis, Moretti & Vitali, ecc). Il 9 maggio 2019, a casa Manzoni a Milano, in occasione del conferimento a Carla Fracci del Premio "Montale Fuori di Casa" per la sezione musica, una sua opera è stata donata alla premiata. Ha illustrato libri di poesie per la casa editrice Pulcinoelefante. Ha pubblicato un libro di racconti, “Segreti per una vita di qualità” (Roma 2006); un libro di poesie, “Cassetti” (Moretti &Vitali, 2013); un’intervista impossibile “Trovare la via. Intervista a un cartello stradale” (La Vita Felice, 2016). Ha collaborato alla pagina culturale di alcuni quotidiani (“La Gazzetta di Parma”, “Il Cittadino” di Lodi, ecc.) recensendo mostre e libri. Ha organizzato eventi culturali e manifestazioni di musica, poesia, scultura e pittura. Ha condiretto una collana di narrativa per la casa editrice Albatros - Il Filo di Roma. Condirige la collana di interviste impossibili “Dialoghi sul filo” per la casa editrice “La vita felice”, Milano.